Scroll Top
  • Home
  • Tecnologia
  • Come installare correttamente una telecamera per auto in un veicolo [2023].

Come installare correttamente una telecamera per auto in un veicolo [2023].

La tendenza per i dispositivi compatti che registrano mentre guidavo per raggiungere la Polonia dal confine orientale circa 10 anni fa. In questo periodo sono apparsi sul mercato diversi modelli: dalle telecamere per auto più economiche, disponibili negli ipermercati a meno di 50 zloty, fino a dispositivi avanzati dal prezzo di migliaia di euro. Una gamma così ampia fa sì che molti automobilisti optino per questi dispositivi; tuttavia, una parte significativa di essi li installa in modo errato. Nel nostro articolo cercheremo di trasmettere le conoscenze su come installare correttamente un videoregistratore per auto per garantire la corretta registrazione dell'area davanti al veicolo.

In questo articolo parleremo di:

Dove deve essere montata la telecamera anteriore di un veicolo?

Il ruolo principale di una telecamera per auto è quello di fungere da testimone indipendente durante le situazioni di crisi; per questo motivo, quasi tutti i dispositivi attualmente disponibili sul mercato sono dotati di una serie di comodità che rendono il funzionamento del dispositivo esente da manutenzione, come l’accensione e lo spegnimento automatici, il rilevamento del movimento, ecc. Di conseguenza, la telecamera non deve essere posizionata a portata di mano del conducente. Tuttavia, per garantire che la nostra telecamera riprenda l’intera area antistante il veicolo, è essenziale concentrarsi sul suo corretto posizionamento.

Recommended mounting location for the car video recorder

Come si può vedere nel grafico precedente, il punto più comodo per montare la telecamera è il centro superiore del parabrezza anteriore del veicolo, vicino allo specchietto retrovisore. Questo posizionamento della telecamera è consigliato per due motivi.

In primo luogo, una telecamera nascosta dietro lo specchietto retrovisore non dà nell’occhio, sia per il conducente, che potrebbe avere una porzione significativa di visuale ostruita, sia per gli astanti all’esterno dell’auto. Il secondo motivo riguarda l’area che la telecamera può catturare: quasi tutti i dispositivi hanno un obiettivo grandangolare, quindi posizionare la telecamera nell’angolo del parabrezza o vicino alla parte inferiore del cruscotto potrebbe risultare in una prospettiva che non riesce a catturare dettagli essenziali, come la targa del veicolo di fronte a noi.

La maggior parte delle auto moderne dispone di sensori aggiuntivi vicino allo specchietto retrovisore, rendendo impossibile il montaggio della telecamera direttamente sotto di esso. In questi casi, a seconda delle dimensioni del dispositivo, è meglio posizionare la fotocamera su un lato dei sensori integrati, cercando comunque di posizionarla il più vicino possibile al centro, assicurandosi che i sensori integrati non ostruiscano la visuale.

Car video recorder mounted on the front windshield

Allineamento corretto dell'obiettivo del videoregistratore per auto

In questa parte del post affronteremo la questione dell’impostazione dell’obiettivo della fotocamera in modo che le registrazioni siano il più possibile chiare e utili in situazioni di crisi.

Se abbiamo già trovato il posto ottimale nella nostra auto per montare il videoregistratore, vale la pena di fare una prova generale montando temporaneamente il dispositivo sul parabrezza insieme a tutti i supporti. Ciò consente di regolare e manovrare con precisione la telecamera. Mentre questo non è un problema per le telecamere montate con una ventosa, il ripetuto riposizionamento delle telecamere aderenti al parabrezza può danneggiare il nastro adesivo, rendendo necessaria la sua sostituzione.

Dash cam

Quando si posiziona la telecamera in orizzontale (sinistra-destra), assicurarsi che nessun elemento interno del veicolo interferisca con il campo visivo dell’obiettivo. Se la telecamera ha un angolo di visione abbastanza ampio da coprire i montanti dell’auto, impostare l’obiettivo in modo che la loro visibilità su entrambi i lati dell’immagine sia uguale e che il centro del nostro veicolo nell’obiettivo sia all’incirca al centro dell’immagine. Se l’auto è dotata di sensori integrati intorno allo specchietto retrovisore e c’è il rischio che ostruiscano la visuale, allontanare leggermente la telecamera dall’alloggiamento del sensore e riposizionare l’obiettivo seguendo le indicazioni precedenti.

View of the area in front of the vehicle's front windshield

Allineando l’obiettivo sull’asse verticale (su-giù), si possono definire due linee: l’orizzonte e la visibilità degli elementi del veicolo. Queste linee possono avere un andamento leggermente diverso per i diversi angoli di visione degli obiettivi utilizzati in un determinato modello di fotocamera. La foto qui sotto mostra un esempio di progressione delle linee su una fotocamera con un obiettivo con angolo di visione di 160 gradi.

View of the area in front of the vehicle's front windshield

La linea dell’orizzonte dovrebbe correre all’incirca al centro dell’immagine e, dal punto in cui si imposta la fotocamera in verticale, è la linea più importante. L’area sottostante coprirà ciò che si trova direttamente davanti al nostro veicolo, collocando, ad esempio, gli altri utenti della strada in un punto in cui non c’è il cosiddetto effetto “fish-eye” degli obiettivi grandangolari. Lo spazio al di sopra di questa linea servirà, ad esempio, a catturare i semafori posti sopra la strada dall’obiettivo. In questo modo, la telecamera è in grado di fornire una prova eccellente del fatto che il veicolo sia passato con il rosso, anche a pochi metri di distanza dal palo del segnale.

La linea che indica la visibilità degli elementi del veicolo, invece, definisce l’area in cui possono trovarsi le parti visibili della nostra auto, come il cofano, il cruscotto, ecc. Servono come punti di riferimento durante l’analisi delle registrazioni e consentono di valutare meglio, ad esempio, la distanza della nostra auto da quella che ci precede. È anche un ottimo buffer per tutte le iscrizioni sovrapposte alle registrazioni dalla dashcam. Nella maggior parte dei casi, il software delle telecamere colloca i timestamp e i dati GPS nella parte inferiore dello schermo, rendendo possibile la loro presenza in parti meno cruciali della registrazione. Occorre tuttavia fare attenzione a non esagerare e garantire che questi elementi non occupino più di circa 1/4 dell’altezza dell’immagine. Un’eccessiva presenza del cruscotto nella registrazione può effettivamente distorcere l’immagine davanti all’auto, collocandola nell’area in cui si verifica il cosiddetto effetto “fish-eye”.

View from the dashcam while driving at night

È importante ricordare che esistono tante impostazioni ottimali degli obiettivi quante sono le fotocamere sul mercato. L’angolo dell’obiettivo gioca un ruolo importante: le fotocamere più diffuse sul mercato hanno angoli di visione di 140 e 160 gradi, ma si possono trovare anche dispositivi con angoli di 120, 130 o 170 gradi. Un altro fattore cruciale è il design del supporto: ci sono telecamere con un giunto a sfera, che offre un’elevata gamma di movimenti. Tuttavia, una parte significativa del mercato è costituita da telecamere con supporti a ingranaggi, in cui gli angoli di inclinazione vengono regolati in modo incrementale. Spesso si trovano anche dispositivi montati direttamente sul parabrezza, con una regolazione dell’obiettivo solo su due assi.

Lo sapevate che...

Come instradare correttamente il cavo di alimentazione di una dashcam in un veicolo?

Una volta scelto il punto in cui montare la telecamera sul parabrezza anteriore e regolato l’obiettivo in modo da coprire l’intera area antistante il veicolo, l’unica cosa che rimane è collegare il cavo di alimentazione alla nostra dashcam e posizionarlo in modo che non interferisca con l’estetica dell’abitacolo dell’auto. Camminando in un parcheggio, si possono vedere molte auto che hanno già installato una dashcam. Sfortunatamente, una parte significativa di essi, anche dopo aver montato correttamente il dispositivo, ha cavi di alimentazione penzolanti che corrono per tutta l’altezza dell’abitacolo fino alla presa dell’accendisigari. Queste pratiche non sono solo fastidiose ma anche pericolose. In primo luogo, un cavo sospeso limita la visibilità attraverso il parabrezza anteriore. In secondo luogo, posizionare il cavo in questo modo può ostacolare notevolmente i movimenti al volante: il cambio di marcia o la necessità di effettuare una manovra improvvisa potrebbero far impigliare il cavo e perdere il controllo sulla strada. In terzo luogo, un cavo ben fissato può proteggere la telecamera da eventuali danni: in caso di temperature eccezionalmente alte o basse, una ventosa o un supporto adesivo potrebbero staccarsi dal parabrezza. Se il cavo viene fissato ulteriormente nel veicolo, può impedire alla telecamera di cadere, proteggendo così la telecamera e gli interni dell’auto da eventuali danni.

I produttori di telecamere per auto includono nel set alimentatori con cavi lunghi circa 3 metri, che sono del tutto sufficienti per nascondere abilmente il cavo all’interno dell’auto. Di seguito, mostriamo alcuni esempi di installazione del cablaggio della telecamera nell’abitacolo di una famosa Ford Focus di seconda generazione. Tuttavia, è importante ricordare che, per quanti modelli di auto siano diversi, esiste un numero equivalente di soluzioni di installazione ottimali.

Partendo dalla telecamera, è meglio nascondere il cavo nello spazio tra il parabrezza anteriore e l’headliner. Vale la pena notare che anche nelle nuove auto di classe superiore è possibile fare leva sugli elementi della tappezzeria in modo da nascondere un sottile cavo USB sotto di essi. Inoltre, ricordate di lasciare leggermente allentato il cavo che porta alla presa di alimentazione della fotocamera, in modo che non sia troppo teso.

Routing the cable from the car camera.

Successivamente, il cavo deve essere portato verso il lato passeggero fino a raggiungere il bordo del finestrino. A questo punto, la posizione della presa di corrente nell’auto determinerà il passo successivo. In alcune auto, sarà meglio continuare a far passare il cavo lungo il bordo destro del finestrino, mentre in altre, una soluzione più comoda è quella di posizionarlo tra l’headliner e la copertura del montante anteriore, e poi sotto la guarnizione della porta anteriore del passeggero. Non c’è da preoccuparsi che il cavo si inumidisca o distorca la guarnizione: il cavo è abbastanza sottile da poter essere facilmente inserito sotto la guarnizione e, allo stesso tempo, ha una copertura di filo abbastanza spessa da non essere suscettibile alle condizioni atmosferiche.

Routing the cable from the car camera.

Successivamente, il cavo di alimentazione della telecamera può essere posizionato sotto il cruscotto sul lato del passeggero o tirato un po’ più avanti verso il sedile del passeggero anteriore ed estratto dietro di esso. In questo caso, è consigliabile posizionare il cavo il più in profondità possibile, coprendolo inoltre con un tappetino per i piedi per evitare che i passeggeri lo estraggano accidentalmente. È inoltre importante assicurarsi che il cavo sia posizionato sotto i binari del sedile anteriore, in modo che non venga accidentalmente tagliato durante la regolazione del sedile. Questo è anche un buon punto per nascondere l’eventuale cavo in eccesso.

L’ultimo passo consiste nel collegare l’estremità del cavo con il caricabatterie alla presa dell’accendisigari. La telecamera si accende e si spegne automaticamente quando viene alimentata la presa dell’accendisigari, quindi è bene utilizzare prese nascoste nell’auto, in vani sotto il bracciolo o utilizzando la presa dell’accendisigari del passeggero posteriore.

Sottolineiamo ancora una volta che in ogni auto il percorso del cavo può essere leggermente o significativamente diverso, quindi prima di procedere all’installazione è bene guardarsi intorno e determinare quale percorso verso la presa accendisigari sia più comodo e consenta di nascondere al meglio il cavo. Fortunatamente, i costruttori di automobili si stanno adattando sempre di più a questa situazione, prevedendo rientranze nei cruscotti e negli elementi della tappezzeria, che si prestano quasi perfettamente al passaggio di cavi aggiuntivi.

Sintesi

Anche se l’installazione di una dashcam può sembrare semplice, richiede la considerazione di molti fattori: dalla scelta della posizione ottimale, alla corretta impostazione dell’angolazione, al corretto instradamento del cavo di alimentazione.

Nell’era digitale in cui viviamo, le dash cam sono sempre più tecnologicamente avanzate e offrono una serie di funzioni e caratteristiche. Tuttavia, i principi di base della loro installazione rimangono gli stessi. Un posizionamento e un’impostazione adeguati sono fondamentali per ottenere una qualità di registrazione ottimale e massimizzare i vantaggi della presenza di una dashcam nel veicolo.

Nel nostro negozio online HDWR troverete un’ampia gamma di dash cam con diverse funzioni e risoluzioni di immagine. Vi invitiamo caldamente a esplorare questi utili dispositivi.

Related Posts

Clear Filters

Secondo un rapporto del 2020, le aziende che hanno implementato un sistema di generazione di codici a barre hanno registrato…